La Bibbia

Neemia 11

Neemia

Ritornare all Indice

Capitolo 12

1

Questi sono i sacerdoti e i leviti che sono tornati con Zorobabèle figlio di Sealtiel, e con Giosuè: Seraia, Geremia, Esdra,

2

Amaria, Malluch, Cattus,

3

Secania, Recum, Mereṃt,

4

Iddo, Ghinneton, Abia,

5

Miamin, Maadia, Bilga,

6

Semaia, Ioiaŕb, Iedaia,

7

Sallu, Amok, Chelkia, Iedaia. Questi erano i capi dei sacerdoti e dei loro fratelli al tempo di Giosuè.

8

Leviti: Giosuè, Binnui, Kadmiel, Serebia, Giuda, Mattania, che con i suoi fratelli era preposto al canto degli inni di lode.

9

Bakbukia e Unni, loro fratelli, stavano di fronte a loro secondo i loro turni di servizio.

10

Giosuè geneṛ Ioiach́m; Ioiach́m geneṛ Eliaśb; Eliaśb geneṛ Ioiadà;

11

Ioiadà geneṛ Gịnata; Gịnata geneṛ Iaddua.

12

Al tempo di Ioiach́m i sacerdoti che erano i capi delle casate sacerdotali erano i seguenti: del casato di Seraia, Meraia; di quello di Geremia, Anania;

13

di quello di Esdra, Mesullàm; di quello di Amaria, Giovanni;

14

di quello di Malluk, Gịnata; di quello di Sebania, Giuseppe;

15

di quello di Carim, Adna; di quello di Meraịt, Chelkài;

16

di quello di Iddo, Zaccaria; di quello di Ghinneton, Mesullàm;

17

di quello di Abia, Zicŕ; di quello di Miniaḿn...; di quello di Moadia, Piltai;

18

di quello di Bilga, Sammua; di quello di Semaia, Gịnata;

19

di quello di Ioiaŕb, Mattenai; di quello di Iedaia, Uzzi;

20

di quello di Sallu, Kallài; di quello di Amok, Eber;

21

di quello di Chelkia, Casabià; di quello di Iedaia, Netaneèl.

22

I leviti furono registrati, quanto ai capi casato, al tempo di Eliaśb, di Ioiadà, di Giovanni e di Iaddua; e i sacerdoti sotto il regno di Dario, il Persiano.

23

I capi dei casati levitici sono registrati nel libro delle Cronache fino al tempo di Giovanni, figlio di Eliaśb.

24

I capi dei leviti Casabià, Serebia, Giosuè, figlio di Kadmiel, insieme con i loro fratelli, che stavano di fronte a loro, dovevano cantare inni e lodi a turni alternati, secondo l'ordine di Davide, uomo di Dio.

25

Mattania, Bakbukia, Abdia, Mesullàm, Talmon, Akkub erano portieri e facevano la guardia ai magazzini delle porte.

26

Questi vivevano al tempo di Ioiach́m figlio di Giosuè, figlio di Iozadàk e al tempo di Neemia il governatore e di Esdra sacerdote e scriba.

27

Per la dedicazione delle mura di Gerusalemme si mandarono a cercare i leviti da tutti i luoghi dove si trovavano, per farli venire a Gerusalemme, perché la dedicazione si celebrasse con gioia, con inni e cantici e suono di cembali, saltèri e cetre.

28

Gli appartenenti al corpo dei cantori si radunarono dal distretto intorno a Gerusalemme, dai villaggi dei Netofatiti,

29

da Bet-Gàlgala e dal territorio di Gheba e d'Azmàvet; poiché i cantori si erano edificati villaggi nei dintorni di Gerusalemme.

30

I sacerdoti e i leviti si purificarono e purificarono il popolo, le porte e le mura.

31

Allora io feci salire sulle mura i capi di Giuda e formai due grandi cori. Il primo s'incammiṇ dal lato destro, sulle mura, verso la porta del Letame;

32

dietro questo coro camminavano Osea, metà dei capi di Giuda,

33

Azaria, Esdra, Mesullàm,

34

Giuda, Beniamino, Semaia, Geremia,

35

appartenenti al coro dei sacerdoti con le trombe; Zaccaria figlio di Gịnata, figlio di Semaia, figlio di Mattania, figlio di Michea, figlio di Zaccur, figlio di Asaf,

36

e i suoi fratelli Semaia, Azareèl, Milalài, Ghilalài, Maài, Netaneèl, Giuda, Canàni, con gli strumenti musicali di Davide, uomo di Dio; Esdra lo scriba camminava alla loro testa.

37

Giunti alla porta della Fonte, salirono davanti a loro per la scalinata della città di Davide sulle mura in salita, oltre la casa di Davide, fino alla porta delle Acque, a oriente.

38

Il secondo coro si incammiṇ a sinistra e io lo seguivo, con l'altra metà del popolo, sopra le mura. Passando oltre la torre dei Forni, esso anḍ fino al muro Largo,

39

poi oltre la porta di Efraim, la porta Vecchia, la porta dei Pesci, la torre di Cananeèl, la torre di Mea, giunse fino alla porta delle Pecore; il coro si ferṃ alla porta della Prigione.

40

I due cori si fermarono nella casa di Dio; coś feci io, con la metà dei magistrati che si trovavano con me,

41

e i sacerdoti Eliaḱm, Maaseia, Miniamin, Michea, Elioenai, Zaccaria, Anania con le trombe

42

e Maaseia, Semaia, Eleàzaro, Uzzi, Giovanni, Malchia, Elam, Ezer. I cantori facevano sentire la voce e Izrachia ne era il direttore.

43

In quel giorno il popolo offŕ numerosi sacrifici e si allieṭ, perché Dio gli aveva concesso una grande gioia. Anche le donne e i fanciulli si rallegrarono e la gioia di Gerusalemme si sentiva di lontano.

44

In quel tempo, alcuni uomini furono preposti alle stanze che servivano da magazzini delle offerte, delle primizie, delle decime, perché vi raccogliessero dalle campagne dipendenti dalla città le parti assegnate dalla legge ai sacerdoti e ai leviti; perché i Giudei gioivano vedendo i sacerdoti e i leviti ai loro posti.

45

Questi osservavano cị che si riferiva al servizio del loro Dio e alle purificazioni; come facevano, dal canto loro, i cantori e i portieri, secondo l'ordine di Davide e di Salomone suo figlio.

46

Poiché gia anticamente, al tempo di Davide e di Asaf, vi erano capi cantori e venivano innalzati canti di lode e di ringraziamento a Dio.

47

Tutto Israele, al tempo di Zorobabele e di Neemia, dava ogni giorno le porzioni assegnate ai cantori e ai portieri; dava ai leviti le cose consacrate e i leviti davano ai figli di Aronne le cose consacrate che loro spettavano.

Neemia 13

 

 

 

HTMLBible Software - Public Domain Software by johnhurt.com

 


Other Software is Available At These Sites: